Aggiornamento su chiusura temporanea della sede, assistenza e consulenza

In primo piano

Informiamo che il nostro ufficio di via Pegli in Modena, causa misure preventive contro la diffusione del contagio da coronavirus, rimarrà chiuso al pubblico fino al 30 giugno 2020.

AGGIORNAMENTO DEL 15/6/2020
AGGIORNAMENTO RELATIVO AI RECAPITI TELEFONICI

Il numero telefonico 059 305730 sarà momentaneamente fuori uso per le chiamate in entrata.
Per prenotare appuntamenti telefonici contattare i seguenti numeri:

LUN, MAR, MER, GIO15:00-19:00059 370874 
dal lun a ven per urgenze18:30-19:30338 7235283 

AGGIORNAMENTO RELATIVO AI RECAPITI POSTALI E VIA S.M.S.

posta elettronicagildamodena@libero.it gildains.modena@gmail.com
S.M.S.338 7235283

Una parodia di un documento partorito da una “task force” sulla scuola

L’associazione ROARS pubblica un divertissement inviato da un lettore, che si è cimentato in un pastiche che imita lo stile “smart” dei documenti prodotti dalle task force governative.

Un assaggio:

La scuola del futuro si può fare già da domani, che non vuol dire che sarà realizzata ma che qualunque cosa scelgo oggi, andrà in quella direzione. Siamo a buon punto, lavoriamo velocemente ma non in fretta. Futuri improbabili, ma possibili insegnano ad essere preparati a situazioni imprevedibili. Il nostro goal è fornire un metodo attraverso cui dare modo a ragazzi tra i 14 e i 24 anni e insegnanti di leggere e scrivere il futuro”.

Lettura integrale su
https://www.roars.it/online/il-nostro-goal-insegnare-futures-literacies-e-group-thinking-in-una-scuola-illiberalmente-partecipativa/

Tutti promossi, la scuola perduta

Finalmente l’anno scolastico colpito dall’emergenza sanitaria del Covid 19 è arrivato al termine e con esso i consigli di classe per lo scrutinio della valutazione degli studenti. La nostra Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha emesso a maggio un ordinanza che disciplina la valutazione di quest’anno.
[…]
“Non ci sarà il 6 politico”, tuonava la ministra solo un mese fa e poi tutti ammessi alla classe successiva con la foglia di fico chiamato Piano di Apprendimento Individuale (PAI), altra sbobba burocratica per i docenti, nel quale si inseriscono tutte le materie e i relativi contenuti da recuperare, come e quando non è dato sapere […]

Lettura integrale su
https://www.stradeonline.it/istituzioni-ed-economia/4249-tutti-promossi-la-scuola-perduta-la-colpa-pero-non-e-del-covid

Sulle assegnazioni dei docenti alle classi avevamo ragione noi!

La Corte di Cassazione ha spiegato definitivamente ai Dirigenti Scolastici, che l’assegnazione dei docenti alle classi deve essere effettuata applicando rigorosamente i criteri fissati dal Consiglio d’Istituto e tenendo nel debito conto il parere del Collegio dei Docenti. Non si tratta, dunque, di un mero atto di imperio, ma di un provvedimento di esecuzione di atti normativi di carattere collegiale. Continua a leggere

Procedura per supporto alla compilazione delle domande del concorso ordinario

Gentili associati, 

vi chiediamo di prendere visione delle seguenti istruzioni relative alla partecipazione al concorso ordinario per titoli ed esami per il reclutamento su posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado, su posti comuni e di sostegno per la scuola d’infanzia e primaria. 

In previsione dell’appuntamento per la compilazione della domanda di partecipazione, chiediamo agli iscritti: Continua a leggere

Mozione dell’Istituto Belluzzi-Fioravanti di Bologna sulla “didattica a distanza”

Alla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina
Alla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna
Alle Organizzazioni Sindacali
Agli organi di stampa locali

Il Collegio dei Docenti dellIIS Belluzzi-Fioravanti, riunito in modalità telematica il 13 giugno 2020, pur considerando che le diverse modalità didattiche adottate in questo periodo di emergenza che ha causato periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza, hanno consentito di mantenere una relazione umana ed educativa, con gli studenti e le studentesse,

RITIENE

che ogni forma di didattica adottata in tempo di sospensione della didattica in presenza, debba essere considerata una misura strettamente emergenziale.

Continua a leggere