DDI: DAL MINISTERO NESSUNA RIAPERTURA DEL CCNI, GILDA RIBADISCE DISSENSO

“Pieno rispetto verso le posizioni diverse assunte dai sindacati firmatari, con i quali abbiamo percorso un lungo tratto di strada, ma non condividiamo la sottoscrizione di un contratto integrativo che non definisce regole certe e in cui mancano elementi fondamentali quali tempi, tipo e modalità della prestazione lavorativa richiesta ai docenti”. Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, ribadisce la contrarietà nei confronti del CCNI oggetto ieri di un incontro tra organizzazioni sindacali e ministero dell’Istruzione durante il quale al testo del 26 ottobre è stata aggiunta una dichiarazione congiunta tra Amministrazione e sindacati definita da Di Meglio “una lista di buone intenzioni improntata più alla poesia che alla prosa”.

“Per definire cosa e come devono fare i docenti, sono state necessarie due note interpretative a firma del capo dipartimento e alle quali se ne aggiungerà una terza congiunta. Ciò dimostra che questo contratto parte con il piede sbagliato e che da parte del ministero è evidentemente mancata la volontà di riaprire la contrattazione e di convocare un incontro politico a livello adeguato per affrontare la questione con l’attenzione che merita”, conclude il coordinatore nazionale della Gilda.

Roma, 10 novembre 2020

CCNI definitivo su DDI sottoscritto

Dichiarazione congiunta sottoscritta

Note operative Bruschi su CCNI firmato

 

Una sentenza annulla una sospensione di un docente da parte del dirigente scolastico

L’amministrazione è stata condannata ad annullare la sospensione e i suoi effetti economici, nonché a corrispondere un contributo per le spese legali di 2500 €: possiamo dire di avere, tra l’altro, ribadito il principio, sul territorio e a livello nazionale, che I DIRIGENTI SCOLASTICI NON POSSONO COMMINARE LA SANZIONE DISCIPLINARE DELLA SOSPENSIONE AI DOCENTI. Rimane ai dirigenti scolastici solamente l’avvertimento o il richiamo scritto, e questo è definitivo. La sentenza è pubblica e l’amministrazione, che aveva cercato una composizione stragiudiziale non accolta, non si è neppure presentata in giudizio. Continua a leggere

Segnalazioni di disfunzioni e criticità procedurali del sistema SiGeCo

Di seguito la e-mail inviata agli uffici competenti alle 13:10 di ieri, 12 settembre 2020.

Invitiamo tutti i docenti che hanno problemi con il sistema SiGeCo a inoltrare un loro messaggio, oltre che al centro di assistenza SiGeCo, anche alle istituzioni in indirizzo affinchè siano ben consapevoli del disagio, anzi, della sofferenza creata. Continua a leggere